StellaToday

Liceale accoltellato in via Foria, la madre: “In giro bestie pronte a sgozzare chiunque”

Il 17enne, ricoverato al San Giovanni Bosco, è fuori pericolo ma rischia danni neurologici. La madre ha ripercorso la drammatica aggressione da lui subita

Via Foria

Si sono accaniti su di lui, 20 ferite, due coltellate profonde a polmone e giugulare. Volevano ucciderlo. In pieno giorno, a volto scoperto, tra le affollatissime piazza Cavour e via Foria. È la terrificante vicenda del liceale 17enne aggredito lo scorso lunedì. Ricoverato al San Giovanni Bosco, è adesso fuori pericolo, ma potrebbe – secondo i medici – riportare danni neurologici.

La madre, che vuole mantenere l'anonimato, ha rilasciato alcune dichiarazioni alla stampa. Ha spiegato che il ragazzo stava andando a prendere un certificato medico. Credeva fosse un tentativo di rapina, invece si trattava di un'aggressione violenta, senza senso. Le telecamere di sorveglianza in zona avrebbero immortalato quattro ragazzini più bassi di lui a provocarlo. “Finiscilo”, avrebbe detto uno di questi ad un altro del gruppo, poco prima che una persona si avvicinasse a loro dicendogli di fermarsi.

Accoltellato alla schiena e alla gola: terrore in via Foria

La donna denuncia lo stato spaventoso delle cose, la preoccupazione che non riguarda soltanto il singolo episodio che l'ha investita direttamente: “Ci sono quattro bestie – spiega a Repubblica – pronte a sgozzare chiunque: non possono avere attraversato Napoli sporche di sangue senza essere viste da nessuno”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La vittima è uno studente al quarto anno di uno dei licei scientifici più importanti del centro storico. Un bravo ragazzo, che va bene a scuola, senza vizi. Non è stato aggredito in uno degli episodi di “movida violenta” che pure stanno diventando sempre più frequenti, ma in pieno giorno, in un giorno qualunque.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Giovani in strada fino a tarda notte, da Napoli arriva una soluzione alternativa

  • Riaprono spiagge libere e stabilimenti balneari: l'ordinanza della Regione Campania

  • "Non siamo imbuti, abbiamo perso la felicità. Annullate l'esame di maturità": lo sfogo di una studentessa

  • Post Coronavirus: le nuove tendenze del mercato immobiliare

  • L’acqua ossigenata nella cura contro il Covid-19: lo studio napoletano

  • Un Posto al Sole, sospese le repliche: "In arrivo le nuove puntate"

Torna su
NapoliToday è in caricamento